MERIDIANA

(cm. 100 x 110)

La meridiana è stata costruita realizzando prima il  disegno dell’immagine che di seguito è stato  stampato su lamierino di alluminio per poter essere montata all’esterno della facciata esposta a sud/ovest della costruzione. Il soggetto riprende nei simboli lo stile in voga, a meta ‘800, nel centro Europa.

Leggi di più

II termine “tempo” deriva dal greco “temno” e dal latino “temperare”. Entrambi significano l’atto con cui qualcosa è diviso secondo ordine e misura.

IL SOLE CON IL SUO MOTO APPARENTE (GIORNO E NOTTE) REGOLA OGNI ATTIVITA’ E COSTITUISCE LA MISURA DEL TEMPO. (c’è un tempo per mietere e un tempo per seminare)

Sin dai tempi primordiali ci si rese conto che quando l’ombra degli alberi andava diminuendo in lunghezza era possibile allontanarsi senza timori, ma quando cominciava ad allungarsi ci si doveva ritirare.

La divisione del “dì” risale ai Babilonesi, che avevano una particolare simpatia per il numero 12 facilmente divisibile per 2,3,4,e6.

I Romani in origine avevano diviso il giorno in: -mezzanotte-canto del gallo-il termine del canto del gallo-alba-mattino-mezzogiorno-tramonto-vespero-crepuscolo-tempo di andare a letto e notte profonda.

Sempre ai Babilonesi si deve la considerazione del momento preciso in cui il sole si trova esattamente sulla perpendicolare del luogo, lo zenit.

I conventi benedettini, fondati da San Benedetto da Norcia (480-547), alternavano la lettura dei testi sacri al lavoro manuale, “ora et labora” (prega e lavora). La vita monastica era divisa in 8 parti giornaliere durante le quali si leggevano le Sacre Scritture dove la recita si collocava in momenti precisi del giorno e della notte.

Nel 1884 la Gran Bretagna iniziò a contare i meridiani, a cominciare da quello passante per Greenwich (zero), che insieme ai paralleli calcolando con precisione longitudini e latitudini, elementi essenziali per la costruzione di una meridiana atta alla rilevazione dell’ora specifica locale.

LA CONQUISTA DELLA LUNA FRONTE

(cm. 180 x 80)

La scultura è stata selezionata ed esposta all’Eur nel salone delle Feste del Palazzo della Civiltà del lavoro in occasione del 75° anniversario della fondazione dell’Aereonautica Militare Italiana (1923/1998).

Leggi di più

L’opera realizzata interamente in legno, inneggiante Leonardo precursore del volo, è nata con l’intento di ricalcare in maniera idealistica le strutture leonardesche:

-la base, punto di partenza/lancio oltre a simbolo di orientamento cartesiano/cardinale,

-il disco punto di arrivo, elemento ruotante ripropone il movimento terrestre

-l’immagine di Leonardo da Vinci su una “faccia” con alcuni suoi schizzi tra cui l’elica, parte essenziale al volo

-rappresentazione di un fotogramma nell’altra “faccia” raffigurante l’immagine, scattatasi reciprocamente, dagli astronauti della missione NASA “Apollo XI” ( primo allunaggio avvenuto 450 anni dopo la morte di Leonardo ), rispettivamente riflessi nella bolla del casco.

LA CONQUISTA DELLA LUNA RETRO

(cm. 180 x 80)

La scultura è stata selezionata ed esposta all’Eur nel salone delle Feste del Palazzo della Civiltà del lavoro in occasione del 75° anniversario della fondazione dell’Aereonautica Militare Italiana (1923/1998).

Leggi di più

L’opera realizzata interamente in legno, inneggiante Leonardo precursore del volo, è nata con l’intento di ricalcare in maniera idealistica le strutture leonardesche:

-la base, punto di partenza/lancio oltre a simbolo di orientamento cartesiano/cardinale,

-il disco punto di arrivo, elemento ruotante ripropone il movimento terrestre

-l’immagine di Leonardo da Vinci su una “faccia” con alcuni suoi schizzi tra cui l’elica, parte essenziale al volo

-rappresentazione di un fotogramma nell’altra “faccia” raffigurante l’immagine, scattatasi reciprocamente, dagli astronauti della missione NASA “Apollo XI” ( primo allunaggio avvenuto 450 anni dopo la morte di Leonardo ), rispettivamente riflessi nella bolla del casco.

LA PORTA SANTA

(cm. 46 X 60)

Opera realizzata con assemblaggio di  materiali in metallo: lamiera. Rete e oggetti di recupero: filigrana,  morsetti  per  linee ferroviarie. 

Leggi di più

La realizzazione dell’opera, per la sua particolare tematica ha indotto  al riferimento della  ”Arte Povera”, che  con una manipolazione di oggetti e materiali poveri, sotto il segno della casualità, e quindi della non ripetibilità, ha voluto rappresentare. 

Una pura e momentanea ideazione nell’assemblaggio di materiali attuali: morsetti blocca rotaie, una lamiera ossidata supportata da griglia ortogonale metallica; dove sulla lamiera s’inserisce il logo rappresentativo del Giubileo ed un foglio numismatico in filigrana, emesso per l’occasione dallo Stato Pontificio,  raffigurante la Porta Santa.

L’insieme si  raffigura come nell’Arte Povera, informale, concettuale che vuole  riportare in primo luogo alla qualità fisica e alla mutabilità dell’ambiente.

LOGO BAUHAUS

PANNELLO IN METALLO TRAFORATO

(mm. 350X430 estensibile)

Realizzazione in lamiera zincata traforata raffigurante il “logo della scuola Bauhaus” disegnato da Oskar Schlemmer (1921), raffigurante un profilo umano stilizzato.

Leggi di più

Il pannello è il risultato ottenuto passando il disegno, prima eseguito manualmente, poi su plotter da officina. L’immagine ottenuta viene messa in maggiore risalto montandola poi, con appositi distanziatori, su parete permettendo così il trasferimento di luce, sul fondo della parete stessa, dei segni ricavati in officina a seguito del plottaggio impartito. La realizzazione dell’opera così presentata ha voluto” ricalcare” l’insegna BAUHAUS posta sul prospetto dell’edificio della scuola di Dessau, dove si mettevano in risalto il gioco delle ombre delle lettere sulla facciata. La Bauhaus è una scuola di architettura e arti applicate sorta a Dessau in Germania all’inizio del XX sec.(1919-1933). Fondata da W. Gropius, con indirizzo “produttivista-tecnico” ha dato origine al moderno design dove diventa preminente il legame tra arte e tecnica

Concepita e diretta tenendo fermo il principio dell’integrazione tra arte e vita sociale.

Si rispecchia nella produzione di design industriale e di architettura in maniera innovativa, ricerca di tipologie atte ad offrire la miglior qualità e funzionalità al minimo costo.

PIONIERI DEL VOLO

(cm.100 X 140)

Stemma dell’Ass. Naz. Pionieri del Volo realizzato in piombo  fuso su base di plexiglass colorato con vernici trasparenti, bordato in alluminio traforato e piegato contenuto su legno.

Leggi di più

L’opera eseguita con piombo fuso, plexiglass, tiranti in acciaio alluminio e legno,  ha riproposto in chiave insolita lo stemma originale dell’Associazione con il recupero di materiale del pionierismo aeronautico, vedi l’ alluminio strutturale traforato per essere  alleggerito, i tiranti di acciaio per le controventature, la  tela delle superfici  portanti delle ali, il legno lamellare delle fusoliere e la trasparenza degli oblò.

Nel caso specifico l’alluminio diventa cornice portante come pure i tiranti di acciaio per il sostegno, così la tela di fondo riporta l’immagine dello stemma, delineata con piombo fuso , in ombra dalla superficie trasparente, con il legno lamellare  a contenere il tutto.

Si viene ad ottenere così un’immagine integrata in un contesto che stimoli il fruitore trasferendolo, con il contributo della propria immaginazione, nel ricordo dell’espressione di un’epoca che fu.

SPECULARITA’ VISUALE

FIGURAZIONE GEOMETRICA OTTICO-CINETICA 

(cm. 50 X 50)

La rappresentazione figurativa del quadro vuole rappresentare il superamento del rapporto fra forma e spazio ambientale astratto ed è stata realizzata su carta-alluminio e colorata ad inchiostro di china.

Leggi di più

La semplice strutturazione basata su linee orizzontali che, intersecanti linee concentriche, rivelano nell’insieme una visuale “energetica“, dove i pieni e i vuoti vengono determinati dalle intersezioni delle parallele, con l’unica variante verticale passante per il centro dell’immagine che fornisce la specularità  dei pieni e dei vuoti stimolandone la visione.

AEROSILURANTI

(cm 42 X 77)

Stemma degli Aerosiluranti d’Italia realizzato su lamiera spatolata a vernice e lavorata a direttamente mano  con incisione a “punta secca”.

Leggi di più

L’opera rappresentante l’effige degli Aerosiluranti Italiani è stata eseguita per il Presidente Naz. Arma Aeronautica  Gen. di S.A. Giulio Cesare Graziani Medaglia d’Oro al V.M..

L’incisione eseguita  a mano libera a punta secca su lastra di metallo, preventivamente spatolata con vernice, ha voluto rappresentare l’incommensurabile sacrificio vissuto dai membri degli equipaggi  specialisti “Aerosiluranti” che volarono, durante  le azioni belliche negli anni  1940-1945, in combattimento ala ad ala contro il fuoco nemico.

LIBRERIA ADAMO ED EVA

(cm 70 X 70)

La libreria nonchè porta oggetti realizzata in legno compensato e angolari di rinforzo in lamierino alleggerito”.

Leggi di più

la libreria nonchè porta oggetti realizzata in legno compensato e angolari di rinforzo in lamierino alleggerito, rappresentante due figure umane stilizzate l’uomo è la donna.

La composizione denominata per l’appunto # Adamo ed Eva# è stata realizzata da un accostamento di figure tridimensionali con multipli e sottomultipli partenti da un quadrato di lato cm. 70×70.

WhatsApp Image 2017-09-20 at 16.46.03 WhatsApp Image 2017-09-20 at 16.45.02 WhatsApp Image 2017-09-20 at 16.44.43

Cav. Arch. Stefano Rogo

Via Mario Menichini, 28
00135 Roma

Tel: 3391873595
Mail: stefano.rogo@alice.it

1 + 13 =

Translate »