CRITICA

Stefano ROGO è uomo singolare, il suo avvicinamento all’arte è degno di attenzione, spronato da interessi reali non cerca nell’espressione artistica un godimento di tipo contemplativo, studia l’oggetto con veemenza, con autentico “furore”, spinto dalla volontà di operare in maniera fattiva e concreta.

Le sue opere, calate nel quotidiano, appartengono ad un laboratorio ideale, più vicino all’officina che all’atelier tradizionale dove gli oggetti acquistano vita interiore, sembrano “personificarsi”.

L’artista rivendica una totale libertà nella volontà di unificare tutte le forme in un pensiero in cui l’oggetto sembra negare la possibilità di separazione fra pittura-scultura-architettura e stabilisce un originale e dialettico rapporto con le  forme, proprie perché lontane dall’idea di un’arte in senso gerarchico e tradizionale.

La sua vocazione artigianale si esprime nell’assoluta estraneità alla prassi, talvolta troppo astratta che condiziona molti progetti contemporanei e nell’insofferenza alle formulazioni lucide e razionali di tipo intellettualistico.

 L’artista entra così in un godimento pieno dell’oggetto pensato e costruito con amorosa e paziente dedizione. Recupera i valori di una maestria artigianale forse perché in un’epoca dell’effimero come la nostra vuole comunicare e trasmettere questa carica di gioia, questa spinta interiore.

 Nel continuo fenomenolizzarsi degli oggetti Rogo trova il suo risultato nell’idea di una perfetta sincronia che coniuga le varie discipline artistiche in un unico percorso dove tutte le operazioni sono attivate da una ricerca di tipo sperimentale e al termine del quale l’oggetto risulta inventato di volta in volta, manipolato, rielaborato in soluzioni sempre diverse e originali.

 Ogni elemento, suppellettile, quadro, edificio viene così a trovare la sua forza espressiva, perde la sua “alterigia” per modificarsi nelle varie situazioni ambientali, nella scelta e nella volontà di un approfondimento strutturale tipologico e costruttivo.

 Rogo accetta parzialmente il minimalismo architettonico e più in generale il post-moderno ma il suo recupero dell’antico non è citazione erudita tanto meno recupero del museo ma una necessità spirituale in cui l’artista attraverso la memoria ritrova il tempo interiore e il ricordo felice delle cose passate. 

 Adriano GENTILI (critico)

ESPERIENZE PROFESSIONALI

Arch. Stefano Rogo 

Agosto 2014   Realizzazione di Villino al Mare ” Bauhaus”

“San Felice Circeo Latina”

Gennaio 2011  Piano di Fattibilità Impianto Fotovoltaico “Industria Arredo”

“Terracina Latina”

Luglio 2009    Intervista su Rivista “Il Periodico” per Stima Inviolatella Borghese

“ xx Municipio Roma “

Ottobre 2008  Stima sul Ritrovamento di Tomba Etrusca “Formula Grassi”

“ Centro Ecologico Antonina  Roma “

Gennaio 2007     Tecnico Stimatore  per Banca Monte Dei Paschi di Siena

“ Siena “

Febbraio 2005     Pubblicazione  su rivista “ Consorzio Verde Tor S. Lorenzo”

“ Villa Manzoni Roma“

Agosto 2004         Piano di Fattibilità  “ Inviolatella Borghese “

“ xx Municipio Roma “

Gennaio 2003       Ristrutturazione  a “loft” nel Centro Storico di San Felice Circeo

“Latina“

Marzo 2003       Pubblicazione su rivista “Il Periodico” di Giardino Pubblico“

“ xx Municipio Roma”

Maggio 2003        Pubblicazione su rivista “Il Periodico” Feng-Shui “

“ xx Municipio Roma “

Giugno 2003     Selezione e Pubblicazione su rivista “Tor S. Lorenzo Informa”

“Ardea  Roma”

Ottobre 2002         Iscrizione Albo Professionale Nazionale  “ Architetti Bioclimatici “

“ I.A.C.P. Roma”

Luglio 2002              Pubblicazione su rivista  In Comune “La Casa Bio”

“ Comune di Roma “

Marzo 2002              Pubblicazione su rivista “Carpe Diem”

“ Beni Culturali  Roma “

Dicembre 2001          Progettazione Arredo con metodo “Feng-Shui”

“Roma Nord”

Novembre 2001     Incarico Progetto di Massima “ Parco Pubblico La Giustiniana”

“ XX Municipio Comune di Roma “

Settembre 2000           Donazione Lavori Artistici “Monastero Agostiniane S.Anna”

“Sigillo, Perugia”

Marzo 1999                   Pubblicazione su Inserto Lavoro  “ Le Case Verdi “

“ Il Corriere della Sera “

Marzo 1999              Candidato al Premio Enea “ Sviluppo Sostenibile “

“ EUR Roma”

Marzo 1999              Concessione Diritti d’Autore “ Casa Bioclimatiche “

“ Presidenza Consiglio dei Ministri “

Maggio 1999                     Espositore alla Mostra “ Abitare Sano “

“ Fiera di Roma”

Giugno 1999           Ammissione al 1° Premio Architettura “ Flash Art Museum”

“Trevi Perugia”

Dicembre 1998         Selezionato alla Mostra “ Tecnologie Ambientali”

“ Ecolavoro  Firenze“

Novembre 1998       Partecipante Congresso Nazionale “ Energia Ambiente “ E.N.E.A.

“Palazzo dei Congressi EUR Roma”

Settembre 1998  Ammissione al concorso  The Rolex Awards for Enterprise

“ Ginevra Svizzera”

Aprile 1998   Realizzazione di n. 2 sculture per il 75° ann. Aeronautica Militare

“Palazzo della Civiltà  EUR Roma”

Gennaio 1997           Selezionate alla 2° Biennale d’Arte Internazionale

“Sale del Bramante Roma”

Giugno 1997                   Realizzazione di  “ Rassegna Stampa “

“ Accademia di Architettura di Mendrisio Svizzera”

Dicembre 1997             Ammissione al “Third busines Creation Competition”

“Principato di Monaco”

Settembre  1996 Realizzazione Pannello Artistico “Logo Banca Naz.Dell’Agricoltura”

“75° Ann.rio Banca Nazionale dell’Agricoltura Roma”

Dicembre 1996             Partecipazione Mostra Collettiva “Spazio Visivo”

“Galleria Arte Contemporanea, Roma”

Gennaio 1995      Progetto  Conserv. Patr. Architettonico Romitorio Poggio Morico

“Commissione Europea Bruxelles”

Marzo 1994                    Cooperazione con “ Biomechanics D.A.”

“C.O.N.I. Roma”

Settembre 1994               Progettazione Arredamento “Feng Shui”

“Roma”

Ottobre 1994     Collaborazione tecnico/artistica museale Ass. “Pionieri del Volo”

“Aeronautica Militare Italiana”

Dicembre 1994        Scultura Etager e Stampe Limitate per l’80° Ann.rio Maserati Auto

“Officine Maserati Modena”

Dicembre 1989         Conferimento Onoreficenza di Cavaliere della Repubblica Italiana

Proponente “ Gen. S.A. Giulio Cesare Graziani”

Ottobre 1989         Consulenze Tecniche Ass. Trasvolatori Atlantici

“Aeronautica Militare Italiana”

Marzo 1986                         Ammissione al premio Progetto e Manualità

“Casa Idea Roma”

Marzo 1985    Realizzazione Scultura per “Museo dell’Aria” a Carrara S. Giorgio

“Padova”

Luglio  1984        Esperienza Progettuale per Tipologie Bioclimatiche

“New Hampschire U.S.A.”

Marzo 1984                  Iscrizione Tribunale Civile

“Roma”

Aprile 1984           Ammissione al premio di “ Archeologia Industriale  “

“La Rinascita della Città” Bologna

Dicembre 1984            Ammissione al premio per un “Liceo Unico”

“Nuove Città ed Istituzioni Sociali” Pistoia

Ottobre 1982      Pubblicazione su rivista Archeologia Industriale “ La Fornace Veschi”

“ Comune di Roma”

Febbraio 1981   Partecipazione “3° Mostra Articoli Brevettati Modelli  Esclusivi”

“Caproni Industria Aeronautica”

Dicembre 1981                      Proposta di Riuso e Restauro Archeologia Industriale

“Fornace Veschi Roma”

attestato

LE ORIGINI

Le origini di Stefano si leggono nelle pagine del volume Ponte Milvio “Fuori Porta” dove viene menzionato il padre Rogo Nerio.

Libro che narra nei suoi capitoli un viaggio nel tempo tra passato e presente, con persone custodi della tradizione orale, basandosi sulle storie di vita quotidiana della Roma  Nord tra le vie Cassia, Clodia e Flaminia.

Famiglie “pioniere”, fra cui Rogo Nerio che hanno partecipato a fare la storia del territorio.

Testimonianze vivide di una trasformazione urbana avvenuta similmente in molte altre zone della capitale, che ha sancito il passaggio di borghi a vocazione agricola e rurale a “continuum” edilizio metropolitano.

1 2 3

 

Cav. Arch. Stefano Rogo

Via Mario Menichini, 28
00135 Roma

Tel: 3391873595
Mail: stefano.rogo@alice.it

12 + 10 =

Translate »